Home » Blog » ISMEA Terra Ai Giovani

ISMEA Terra Ai Giovani

1.600Ha gli ettari di terreni in vendita in Puglia di proprietà di ISMEA Terra Ai Giovani con agevolazioni per i giovani agricoltori.

ISMEA Terra Ai Giovani 1600Ha terra si tratta di 25 terreni (476,46 ettari) in provincia di Foggia, 8 terreni da 65 ettari in provincia di Bari,

inoltre 6 terre per 339 ettari nella BAT, 15 a Brindisi di 246 ettari,

4 terreni con 23 ettari e 13 terre a Taranto di 407 ettari a disposizione di idee e progettualità green per lo sviluppo rurale della Puglia, spiega Coldiretti regionale.

Sono 1.557 gli ettari di terreno di proprietà di ISMEA in vendita in Puglia con agevolazioni per i giovani agricoltori.

1600Ha Terra Ai Giovani non è roba da poco per chi è abituato a lavorare in agricoltura.

Che cosa è la “Banca delle terre agricole?

Essa è stata istituita dall’art. 16 della legge 28 luglio 2016, n.154, costituisce l’inventario completo dei terreni agricoli che si rendono disponibili,

anche a seguito di abbandono dell’attività produttiva e di prepensionamenti,

raccogliendo, organizzando e dando pubblicità alle informazioni necessarie sulle caratteristiche naturali, strutturali ed infrastrutturali dei medesimi,

ISMEA Terra Ai Giovani, Agricoltura Puglia

sulle modalità e condizioni di cessione e di acquisto degli stessi. 

ISMEA Terra Ai Giovani

In questa pagina potete trovare comodamente il vostro terreno che state cercando https://www.ismea.it/banca-delle-terre

 Tuttavia tutti possono accedere alla Banca gratuitamente.

La disponibilità di terra è il principale ostacolo alla nascita di nuove imprese agricole

condotte da giovani soprattutto perché la vera novità rispetto al passato evidenzia la Coldiretti regionale della puglia

in conclusione sono gli under 35 arrivati da altri settori o da diverse esperienze e non possono contare sul patrimonio fondiario familiare.

Il responsabile di Coldiretti Giovani Impresa della regione Puglia

 “Si tratta di una occasione da non perdere, perché il costo della terra in Puglia ha raggiunto mediamente i

14/16mila euro per il seminativo irriguo,

i 20/25mila euro ad ettaro per i suoli olivetati,

33/37mila euro ad ettaro per i terreni ad uva da tavola, 15/18mila euro ad ettaro per il frutteto, valori medi decisamente superiori addirittura a quelli di Germania e Francia.

La dismissione della proprietà pubblica dei terreni agricoli toglie allo Stato il compito improprio di coltivare la terra e rende disponibili risorse per lo sviluppo,

ma soprattutto dà un impulso alla crescita, all’occupazione e alla redditività delle imprese che realizzano performance migliori in agricoltura quando sono condotte da giovani”.

———–

👉Scheda Green Coltivatore