Home » Blog » Carenza Idrica Lombardia

Carenza Idrica Lombardia

Carenza Idrica Lombardia si sta valutando di posticipare la semina in quando in mancanza di acqua muore tutto.

Purtroppo come in tante regioni italiane anche in Lombardia, si stanno verificando problemi con l’irrigazione, a causa della mancanza di precipitazioni con conseguenza Carenza Idrica Lombardia.

Dalla regione Massimo Sertori, assessore di Regione Lombardia a Enti locali, Montagna e Risorse energetiche a dichiarato:

La Regione Lombardia sta valutando l’adozione di eventuali deroghe al deflusso minimo vitale, così come previsto dal vigente Programma di Tutela e Uso delle Acque, per far fronte alla carenza idrica.

L’Osservatorio permanente sugli utilizzi idrici convocato dall’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po,

riunitosi questa mattina, ha confermato la persistenza di gran parte del territorio distrettuale in stato di ‘severità idrica bassa in assenza di precipitazione’,

condizione che riguarda l’intero territorio lombardo a eccezione dei bacini del Ticino e dell’Oglio, che risultano in condizione di ‘severità idrica media’.

Questo significa che i rischi connessi al fenomeno della siccità sono concreti, mentre ci avviciniamo all’inizio della stagione irrigua”.

Fiume Po, Alt.., Carenza Idrica Lombardia

In conclusione massimo dichiara:

“In questa particolare condizione di carenza idrica il mio assessorato sta monitorando l’evoluzione della situazione unitamente alle altre Regioni del bacino padano

e sta valutando di porre in campo tutte le azioni più opportune per gestire la situazione di crisi idrica che si potrà manifestare a breve,

contestualmente all’inizio della stagione irrigua”.

Secondo Coldiretti Lombardia è caduta il 56% di acqua in meno. Le riserve idriche in Lombardia sono dimezzate rispetto alla media registrata negli inverni del periodo 2006-2020.

I grandi laghi hanno percentuali di riempimento che vanno dal 12% di quello di Como al 28% del Maggiore.

crisi idrica

 Il 36% dell’acqua potabile non arriva nei rubinetti. Colpa delle perdite nella rete.

In Lombardia solo a Milano e Mantova si “accende” la luce verde sulla mappa disegnata da Legambiente, le uniche province a stare sotto il tetto del 15% dell’acqua potabile persa. Gli sprechi maggiori sono rilevati a Varese, Lecco e Brescia, capoluoghi da bollino arancione:

la dispersione raggiunge rispettivamente il 38,3%, il 37,4% e il 28,3%. A Bergamo e Como l’allarme è giallo: l’acqua dispersa è del 23,9% e del 21,5%. Va meglio a Sondrio, Monza, Lodi e Pavia, che conquistano il colore verde ma superando la soglia del 15% non sono considerate ai livelli delle città meno sprecone:

Sondrio raggiunge il 16,6%, Monza il 15,8%, Lodi e Pavia rispettivamente il 16,2% e il 16,5%.

———————

👉Scheda Green Coltivatore