Home » Blog » Carenza idrica bassa bergamasca

Carenza idrica bassa bergamasca

Carenza idrica bassa bergamasca Uniacque ricorre ai ripari nei comuni del territorio dove fornisce il servizio idrico.

Al 6 marzo ammonta a 1.583,7 milioni di metri cubi (Carenza idrica bassa bergamasca) il totale di acqua nei grandi laghi,

(Lago di Garda, Lago D’Iseo, ecc…) negli invasi artificiali e sottoforma di manto nevoso, un dato che risulta inferiore del 56,8% rispetto alla media del periodo degli anni 2006-2020. 

La situazione sul territorio bergamasco non evidenzia, al momento, (Carenza idrica bassa bergamasca) se non in alcune zone localizzate, dichiara Uniacque.

grosse criticità, ma l’approssimarsi della bella stagione e di temperature più miti porterà nel futuro prossimo a un aumento dei consumi,

rendendo perciò di fondamentale importanza una capillare sensibilizzazione dei cittadini circa l’opportunità e l’urgenza

di utilizzare l’acqua solo per la soddisfazione dei bisogni primari, quali l’alimentazione e l’igiene personale.

“E’ bene che, oltre alle concrete attività che Uniacque può mettere in campo, si verifichi una diffusa presa di coscienza

da parte degli utenti circa la necessità in ottica futura di usare in maniera consapevole l’acqua di cui normalmente disponiamo in abbondanza.

Risorsa, come ci dimostra lo stato di fatto attuale, non infinita che va perciò usata con criterio ed evitando gli sprechi”.

riduzione acqua

“Al netto dell’attuale stato di carenza idrica e delle previsioni meteo che al momento non ci aiutano,

Uniacque sta operando preventivamente, valutando ogni possibile scenario a breve e medio termine, soprattutto in virtù del fatto che i consumi sono destinati a crescere

Pierangelo Bertocchi Ai cittadini chiediamo collaborazione, senso di responsabilità e consapevolezza,

affinché utilizzino con criterio l’acqua per le proprie necessità ed evitando gli usi non indispensabili in questo momento di criticità;

nel corso delle festività pasquali e nelle prossime settimane, auspichiamo che tutti i cittadini si attengano a queste semplici norme di comportamento, soprattutto nelle zone di villeggiatura”.

I 61 Comuni coinvolti sono:

  • Isola Bergamasca (Carvico, Villa d’Adda, Pontida, Cisano, Caprino, Torre de’ Busi),
  • Valle Imagna (Palazzago, Barzana, Almenno San Salvatore, Almenno San Bartolomeo, Roncola, Strozza, Capizzone, Bedulita, Berbenno, Costa Valle Imagna, Sant’Omobono Terme, Corna Imagna, Brumano e Fuipiano Valle Imagna),
  • Val Brembana (Blello, Val Brembilla, Ubiale Clanezzo, Taleggio, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Zogno, Bracca, Algua, Costa Serina, Cornalba, Serina, Dossena, Valtorta, Ornica, Cassiglio, Piazza Brembana, Valnegra, Moio de’ Calvi, Oltre il Colle, Carona, Foppolo e Valleve)
  • Val Seriana (Oneta, Gorno, Premolo, Parre, Ardesio, Valgoglio, Villa d’Ogna, Piario, Clusone, Rovetta, Fino del Monte, Onore, Songavazzo, Castione della Presolana, Oltressenda Alta, Gromo, Gandellino e Valbondione).

—————–

👉Scheda Green Coltivatore